Indice del forum

SPIRITO LIBERO E INDOMITO. IL FORUM DI CHI NON AMA CANTARE NEL CORO DEI PIU'.



PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

ATTENTATO ALLA LIBERTA' DI PENSIERO!!!
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno

Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, ... 21, 22, 23  Successivo
 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> DISCUSSIONI GENERALI
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
Maske70

Ospite















MessaggioInviato: Lun Gen 22, 2007 1:22 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Citazione:

Questo discorso ci porterà lontano..., e probabilmente porterà me in galera...


Giustamente tu qui sei il padrone di casa e decidi tu se vuoi portare avanti certi argomenti....visto che poi ne rispondi in prima persona.....comunque non diamoci troppa importanza: siamo un forum di 45 persone....10 scrivono gli altri non so neanche se leggono....chi vuoi che ci caghi......
Esitono decine di forum di questo tipo dove si legge di tutto e di più....sono tutti ancora li....per adesso. Se abbiamo paura di parlare chiudiamo la baracca (tanto ho letto altrove che ci stai pensando) e trasferiamoci in blocco...chi ne ha voglia.
Sad Sad Sad
Torna in cima
Adv



MessaggioInviato: Lun Gen 22, 2007 1:22 am    Oggetto: Adv






Torna in cima
Anonymous

Ospite















MessaggioInviato: Lun Gen 22, 2007 9:52 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

CptHook ha scritto:

Questo discorso ci porterà lontano..., e probabilmente porterà me in galera...

Maske70 ha scritto:

Giustamente tu qui sei il padrone di casa e decidi tu se vuoi portare avanti certi argomenti... visto che poi ne rispondi in prima persona...


Posso dirti che persone amiche che stimo mi stanno sconsigliando vivamente di continuare..., anche se sono d'accordo con te quando dici:

Citazione:

comunque non diamoci troppa importanza: siamo un forum di 45 persone...
CUT
chi vuoi che ci caghi...
CUT
Esistono decine di forum di questo tipo dove si legge di tutto e di più... sono tutti ancora li... per adesso.


Parzialmente corretto, però io il grande fratello e la polizia del pensiero non lo vedo in TV ma altrove..., già da adesso...

Citazione:

10 scrivono, gli altri non so neanche se leggono...
CUT
Se abbiamo paura di parlare chiudiamo la baracca (tanto ho letto altrove che ci stai pensando) e trasferiamoci in blocco... chi ne ha voglia.
Sad Sad Sad


Ecco, adesso hai centrato il punto dolente:
questo forum era nato proprio perché si potesse parlare fuori dai denti di argomenti sui quali non si poteva, a torto o a ragione, parlare su TheGunners.

Il risultato lo hai appena enunciato tu: a pochi frega di parlare liberamente e, tanto per rincarare la dose, a pochi frega la propria libertà.

Questo argomento è stato visto da almeno 40 persone su TheGunners e, a parte 44Magnum, Dave e te, che avete risposto qui, non uno degli altri ha sentito il bisogno di mandarmi un PM in merito, non fosse altro che per dissentire.

A questo punto devo rafforzare il mio convincimento che agli italiani vanno mediamente bene le chiacchiere da bar dello sport e il lamentarsi ad ogni pié sospinto, ma che appena si comincia a parlare di cose serie o appena si rende necessario agire con fermezza e decisione per il rispetto dei propri diritti e impegnarsi TUTTI costruttivamente per una civile convivenza allora spariscono tutti.

(Per inciso: anche sull'altro pianerottolo si è visto un solo interlocutore finora..., e ancora non l'ho capito bene...)
Torna in cima
Anonymous

Ospite















MessaggioInviato: Lun Gen 22, 2007 1:39 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Caro Cpt. non penso che mai nessuno si prenderà la briga di chiuderci SL&I .
Purtroppo penso che non abbiamo un peso tale da essere considerati degni di tale attenzione .

Tornando alla libertà di pensiero riferita a quanto sopra non riesco a "distillare" un pensiero chiaro ......... da tutto quello che mi è dato conoscere negare l' olocausto è follia .
Che poi invece di tot milioni di morti siano stati tot altri poco cambia .
A me bastano ed avanzano le foto che ho visto di scheletri viventi che hanno occhi più vuoti delle orbite di un teschio .
Tutti fotomontaggi ?

Negli USA ci sono i "creazionisti" (se il termine è giusto) , sostengono che Dio ha creato il mondo così come lo vediamo adesso : non c' è evoluzione delle specie , noi non discendiamo dalle scimmie , i dinosauri non sono mai esistiti : Dio ha fatto un' "istantanea" e ce l' ha messa sotto gli occhi , i fossili li ha creati lui già così , interrati e pronti per essere ritrovati da noi .......

Quanto abbiamo veramente coscienza della realtà ? .......... si scivola in un discorso psico-filosofico che è magistralmente reso in Matrix .
Io non ho mai visto l' Australia , personalmente come faccio ad avere l' assoluta certezza che esiste .
E lo sbarco sulla luna ? e le armi di distruzione di massa di Saddam ? e la teoria della relatività ? e ........

Libertà di pensiero e di parola ..... per un individualista un filo egocentrico come me sono più essenziali dell' aria che respiro .
Ed allora è lecito dire e divulgare qualsiasi cosa ...... per quanto questa possa essere folle , o falsa , o stupida , o criminale ? ....

Continua a lambiccarmi il cervello ma non distillo idee trasparenti come la grappa , sono piuttosto scuri come l'amaro Averna .... Rolling Eyes
Torna in cima
Anonymous

Ospite















MessaggioInviato: Lun Gen 22, 2007 2:47 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

44magnum ha scritto:

Libertà di pensiero e di parola... per un individualista un filo egocentrico come me sono più essenziali dell' aria che respiro.
Ed allora è lecito dire e divulgare qualsiasi cosa... per quanto questa possa essere folle, o falsa, o stupida, o criminale?


Direi che ti ho già risposto sopra, facendo il distinguo fra l'apologia di reato e la libertà di espressione..., comunque ho risposto ad una domanda molto simile alla tua su Zeusnews e te la rigiro:

Citazione:

Appunto..., e allora, fermo restando il fatto che non esistono verità assolute e universali, se "questa" verità, come tu giustamente fai notare, è così patente e alla portata di tutti, se è una verità così vera perché deve essere imposta per legge?

Non dimentichiamoci un tal Galileo Galilei che, per sopravvivere e non fare la fine di Giordano Bruno, dovette rinnegare le proprie idee..., quando si comincia a imporre le verità per legge si imbocca una discesa ripida e scivolosa..., e secondo me è quello che sta succedendo...


Che dirti di più?
Torna in cima
Anonymous

Ospite















MessaggioInviato: Lun Gen 22, 2007 2:58 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

[quote="CptHook"]
44magnum ha scritto:


Che dirti di più?



Ed allora : libertà d' espressione totale ?
Torna in cima
Anonymous

Ospite















MessaggioInviato: Lun Gen 22, 2007 3:51 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

44magnum ha scritto:

Ed allora: libertà d' espressione totale ?


Vedi, spesso il problema di capirsi nasce non da quello che si dice ma da come lo capiscono quelli a cui lo si dice, che è poi anche funzione di come lo si dice...

Di più: se non si accetta il principio racchiuso nella frase di Voltaire citata all'inizio di questo topic, frase che è anche il principio guida di questo forum:

<< Non condivido le tue idee ma lotterò al tuo fianco per il tuo diritto ad esprimerle liberamente. >>

integrata dal "corollario di Hook" : << Se, ovviamente, tu farai altrettanto per me. >>

allora, è evidente, non può esserci dialogo.

Questo per dire che una discussione, un dialogo, avvengono fra due o più parti; ma se una parte pretende di essere depositaria dell'unica verità, magari anche per diritto divino, ecco che ricaschiamo nell'integralismo.

E' un pò la storia del "creazionismo" che tu giustamente citavi sopra:

si pretende di sostituire quella che è una buona parte almeno di verità, o se preferisci, di realtà oggettiva in quanto riscontrata scientificamente, con una teoria/convinzione basata su una tradizione orale prima e poi scritta dagli uomini.

Io non nego il diritto di pensarla diversamente da me; nego però il diritto di impormi un pensiero che non condivido in parte o in toto.

Purtroppo chi non riconosce ad altri pari dignità di pensiero automaticamente vuole anche prevaricarlo e più deboli sono le argomentazioni che può contrapporre, più grosso di solito è il bastone che usa per prevaricare...

Io non ho bisogno di imporre le mie idee, non mi sento solo in loro compagnia.

Le espongo, le discuto, le confronto ma alla fine della discussione non mi sento sminuito né se il mio interlocutore mi ha convinto che avevo torto (anzi, devo essergliene grato) e neppure se io non l'ho convinto.

Voler creare un reato di negazionismo è commettere un reato contro la libertà di pensare diversamente.

Se c'è stato un massacro documentato di una popolazione il massacro resta, che lo dica o meno una legge, ma una legge non può sancire il fatto che ci sia stato perché altrimenti potrebbe esserci anche una legge contraria..., vedi infatti la Turchia.

Di più: è un assurdo giuridico, almeno nell'espressione attuale, in quanto non si può limitare tale reato alla negazione di uno o più specifici massacri.

Tutti i massacri sono tali e tutti i morti massacrati hanno subito l'identica offesa.

Il reato è applaudire i massacratori, da qualunque parte stiano, ma non può essere reato la ricerca storica sulle cause, sulle forme, sui tempi, sul contesto in cui si è verificato.
Torna in cima
Anonymous

Ospite















MessaggioInviato: Lun Gen 22, 2007 4:56 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Perchè la legge non può proibire di negare l ' olocausto , ma può proibire di dire che sia stata una cosa giusta ?

Che ci sia stato è una cosa reale ed innegabile , oggettiva . Fatto degno di essere tutelato nella sua verità .
Che l' olocausto sia stato giusto o sbagliato è un giudizio soggettivo che in un ottica di totale rispetto della libertà di espressione non dovrebbe essere punito .
Torna in cima
Anonymous

Ospite















MessaggioInviato: Lun Gen 22, 2007 6:04 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

44magnum ha scritto:

Perchè la legge non può proibire di negare l 'olocausto, ma può proibire di dire che sia stata una cosa giusta?


Rispondo in ordine inverso, ma mi pareva di aver già risposto:

dire che un reato di fatto (genocidio in questo caso) sia stato una cosa giusta mi suona alquanto male, non trovi anche tu?

Ma se, facciamo l'ipotesi, una persona, ha dubbi sulla reale entità di tale genocidio, sulle sue modalità, sulle sue cause e sulle sue complicità;
se ritiene, per sue conoscenze, studi e convinzioni, che la verità non sia esattamente quella ufficiale;
se espone pubblicamente queste sue convinzioni a chi voglia ascoltarlo, senza per questo incitare ad ulteriori massacri;
se magari chiama olocausto anche quello dei pellirosse (vedi sopra) o degli Aztechi, o degli Inca, o degli Armeni, mi spieghi tu dove è il reato?

Citazione:

Che ci sia stato è una cosa reale ed innegabile, oggettiva. Fatto degno di essere tutelato nella sua verità.


Come fai a tutelare per legge TUTTE le verità?
Prima di tutto devi definire le singole verità, cioè appurarle oggettivamente.

E se il non tanto ipotetico studioso (vedi Irving, vedi Graf e altri) potesse dimostrare che massacro sì c'è stato ma non come descritto?

Vedi appunto la Turchia la cui "verità" sancita dalla legge è che non c'è stato alcun olocausto armeno.

Nota quindi la contraddizione di uno stato sovrano che punisce "l'affermazionismo" di un genocidio mentre altri stati sovrani puniscono il "negazionismo" dello stesso o di altri genocidi.

Citazione:

Che l'olocausto sia stato giusto o sbagliato è un giudizio soggettivo che in un ottica di totale rispetto della libertà di espressione non dovrebbe essere punito.


Rivedi sopra e guarda in che contraddizione ti sei infilato:

dire soggettivamente che un massacro sia stato giusto è giustamente un reato, almeno se vogliamo scoraggiare il ripetersi di tale reato.
Torna in cima
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> DISCUSSIONI GENERALI Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, ... 21, 22, 23  Successivo
Pagina 2 di 23

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Puoi scaricare files da questo forum





SPIRITO LIBERO E INDOMITO. IL FORUM DI CHI NON AMA CANTARE NEL CORO DEI PIU'. topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008