Indice del forum

SPIRITO LIBERO E INDOMITO. IL FORUM DI CHI NON AMA CANTARE NEL CORO DEI PIU'.



PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

Parafrasando Giorgio...
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno

Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4  Successivo
 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> LE ARMI E LA LEGGE.
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
francesco527

Ospite















MessaggioInviato: Sab Nov 24, 2007 8:19 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Credo che il capitano non abbia colto bene il senso della inutilità di tale Legge, sempre che essa sarà mai approvata, provo a postare i 7 punti principali del disegno di legge, dopo di che posterò il testo intero evidenziando le parti totalmente inutili e criticabili che sarebbero solo, per i cittadini inutili balzelli in +, per le forze dell'ordine perdita di tempo ed essere distolte da compiti ben + seri e importanti.

Da quello che ho capito io, dovrebbe avere il fine di:

1)vietare l'acquisto di armi che non siano prettamente da tiro a volo con il
PDA da TAV;

2) vietare l'acquisto di armi che non siano da caccia con il PDA da caccia;

3) obbligo del nulla osta per l'acquisto di tutti gli altri tipi di arma;

4) nominare, c/o le ASL, una commissione apposita per la certificazione in
materia di armi;

5) nulla osta per la detenzione delle armi per chi non ha titolo diverso;

6) visita medica ogni 3 anni per chi ha il nuovo nulla osta alla detenzione e
per chi ha titoli di polizia che attulamente scadono ogni 6 anni;

7) In caso di perdita dell'idoneità psicofisica il prefetto adotta i
provvedimenti inibitori necessari: armi e munizioni devono essere
consegnate senza diritto a indennizzo a Polizia o Carabinieri, per la
successiva cessione ad enti autorizzati o per la distruzione.


Schema di d.d.l. recante "revisione delle norme in materia di porto e
detenzione di armi, di accertamento dei requisiti psico-fisici dei
detentori, nonché in materia di custodia di armi, munizioni ed esplosivi".
Art. 1

(Modificazioni all' articolo 35 t.u.l.p.s.)

1. All' articolo 35 del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza di cui
al regio decreto 18 giugno 1931, n. 773 di seguito denominato "testo unico",
sono apportate le seguenti modificazioni:

a) i commi quarto e quinto sono sostituiti dai seguenti:

"E' vietato vendere o in qualsiasi altro modo cedere armi anche tra privati
a coloro che non siano muniti di una licenza di porto d'armi o del nulla
osta all'acquisto e alla detenzione previsto dall' articolo 37-bis. Salvo
che per i titolari di porto d'armi per difesa personale, il nulla-osta è
sempre prescritto per la detenzione delle armi nei luoghi di privata dimora
e nelle relative appartenenze, ovvero all'interno di ogni altro luogo ove
venga esercitata un'attività commerciale, professionale o imprenditoriale.


Il contravventore a taluna delle disposizioni dei commi precedenti è punito
con l'arresto da tre mesi ad un anno e con l'ammenda da euro 100 a euro 250.
La stessa pena si applica all'acquirente o al cessionario delle armi.".

b) i commi sesto e settimo sono soppressi. Art. 2

(Introduzione dell'articolo 37-bis t.u.l.p.s.)

1. Dopo l'articolo 37 del testo unico, è inserito il seguente:

"Art. 37-bis.

1. L'acquisto e la detenzione di armi comuni da parte dei privati sono
soggetti al nulla osta del questore.

2. Il nulla osta consente l'acquisto delle armi per le quali è stato
concesso entro due mesi dalla data del rilascio. Salvo quanto previsto
dall'articolo 43-bis, commi 2 e 3, il nulla osta è, altresì, valido ai fini
del trasporto delle armi per le quali è stato concesso fino al luogo di
detenzione, nonché, senza limiti temporali, ai fini della detenzione delle
stesse nei luoghi di privata dimora e nelle relative appartenenze ovvero,
nei casi di dimostrato bisogno, all'interno di ogni altro luogo ove venga
esercitata un'attività commerciale, professionale o imprenditoriale.

3. Il nulla osta non è richiesto:

per i titolari di licenza di porto d'armi per difesa personale;

per i titolari di licenza di porto d'armi sportivo, per tiro a volo o per
l'esercizio dell'attività venatoria, limitatamente all'acquisto e al
trasporto delle armi specificamente destinate a tali attività;


per le persone che per la loro qualità permanente hanno diritto di andare
armate, nei limiti di cui all'articolo 38; .

per i titolari di licenza di collezione di armi antiche, artistiche, rare o
di interesse storico,
limitatamente a tali armi;

4. Salvo che il fatto costituisca più grave reato, la violazione delle
disposizioni di cui ai commi precedenti è punita con l'arresto fino a due
mesi e con l'ammenda fino ad euro 250.

5. Il nulla osta non può essere rilasciato a minori.". Art. 3

(Modificazioni all'articolo 42 t.u.l.p.s.

e all'articolo 4 della legge 18 aprile 1975, n. 110)

1. L'articolo -42. del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza
approvato con regio decreto 18 giugno 1931, n. 773, è sostituito dal
seguente:

"Art. 42.

1. Il porto delle armi fuori dai luoghi di cui all'articolo 37-bis può
essere consentito solo per le anni comuni da sparo ed è soggetto a licenza
dell'autorità di pubblica sicurezza, nonché ai limiti, alle condizioni ed
alle prescrizioni previste da disposizioni di legge o di regolamento o
imposte dall' autorità che rilascia la licenza nel pubblico interesse.


2. Per le esigenze di difesa personale, in caso di dimostrato bisogno, la
licenza di porto d'armi è rilasciata dal prefetto, per le armi corte, e dal
questore, per quelle lunghe, ed ha validità di due anni.

3. Per gli usi venatorio e di tiro a volo la licenza è rilasciata dal
questore ed ha validità di sei anni;
per le altre attività di tiro la
licenza è rilasciata dal questore ed ha validità di due anni.
]Fuori dei
luoghi di caccia e di quelli deputati al tiro, la licenza autorizza
esclusivamente il trasporto dell' arma, con l'osservanza delle prescrizioni
di sicurezza imposte dall' autorità.


4. Nei confronti di coloro che detengono armi o munizioni acquisite in forza
di una licenza di porto d'armi scaduta e non rinnovata, si applicano le
disposizioni relative alla detenzione di armi.

5. Ferme restando le disposizioni di legge o di regolamento concernenti il
rilascio ed il rinnovo delle licenze di porto d'armi, le copertine delle
licenze e le relative fotografie hanno la validità di sei anni.".

2. All'articolo 4, comma 1, della legge 18 aprile 1975, n. 110, le parole
"dal terzo comma dell'articolo 42" sono sostituite dalle seguenti:
"dall'articolo 42". Art. 4

(Modificazioni all'art. 43 t.u.l.p.s.)

All'articolo 43 del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza approvato
con regio decreto 18 giugno 1931 n. 773, sono apportate le seguenti
modifiche:

il secondo comma è sostituito dal seguente:

"La licenza può essere rifiutata ai condannati per delitto diverso da quelli
sopra menzionati e a chi, in ragione della propria condotta o di altri
concreti elementi, non dà sufficiente affidamento di non abusare delle
armi.";


dopo il secondo comma sono aggiunti i seguenti:

"La licenza può essere rifiutata anche nel caso di sentenza adottata a norma
dell'art. 444 del codice di procedura penale."

"Le disposizioni del presente articolo si applicano anche relativamente alla
licenza di trasporto ed al nulla osta all'acquisto e alla detenzione di
armi."

Art. 5

Dopo l'articolo 43 del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza
approvato con regio decreto 18 giugno 1931 n. 773, è inserito il seguente:

Fermo quanto previsto dall'articolo 43, la licenza di portare armi ed il
nulla osta al loro acquisto ed alla loro detenzione non possono, altresì,
essere rilasciati a chi non dimostri di avere l'idoneità psicofisica e la
capacità tecnica al maneggio delle armi.

2. L'idoneità psicofisica e la capacità tecnica devono essere comprovate al
momento del rilascio. Per i titolari di licenza di porto d'armi per uso
venatorio e di tiro a volo, l'idoneità psicofisica al maneggio delle armi
viene verificata con cadenza triennale.

3.Con decreto del Ministro della salute di concerto con i ministri dell'interno
, della giustizia e della difesa sono determinate le certificazioni
sanitarie e le verifiche diagnostiche e tecniche occorrenti per l'accertamento
dell'idoneità psicofisica al porto e alla detenzione delle armi, nonché le
certificazioni occorrenti per confermarne la permanenza e la relativa
periodicità. Gli organi sanitari pubblici abilitati al rilascio delle
certificazioni sono costituiti da almeno tre membri, di cui uno psichiatra.
Ai componenti delle predette Commissioni non spetta alcun compenso.


Il questore ha facoltà di rilasciare il nulla osta di cui all'articolo
37-bis anche in assenza delle certificazioni di idoneità psicofisica e della
capacità tecnica al maneggio delle armi nei soli casi di acquisto per
collezione o raccolta o altri giustificati motivi che non comportano l'impiego
dell'arma. In tal caso, il nulla osta contiene l'espressa indicazione del
divieto di impiego delle armi e di acquisto e detenzione delle relative
munizioni, nonché le prescrizioni per la custodia.

La perdita dell'idoneità psicofisica comporta l'adozione da parte del
prefetto dei provvedimenti necessari ai sensi dell'articolo 39. Le armi o le
munizioni sono consegnate, senza diritto ad indennizzo, presso l'ufficio di
polizia o comando dei carabinieri competente per territorio, per l'ulteriore
cessione ad enti che possono legittimamente detenerle o per il versamento
agli organi del ministero della difesa che provvedono alla distruzione,
salvo quanto previsto dall'articolo 32, 9° comma, della legge 18 aprile
1975 n. 110.
Su richiesta dell'interessato, allo stesso è assegnato un
termine entro il quale le armi o le munizioni possono essere cedute a
soggetti autorizzati a detenerle; perfezionata la cessione, gli acquirenti
ritirano le armi o le munizioni presso l'ufficio di polizia o comando dei
carabinieri ove esse sono custodite.

Art. 6

(Modificazioni all'articolo 20 della legge 18 aprile 1975, n. 110)

All'articolo 20 della legge 18 aprile 1975, n. 110, sono apportate le
seguenti modificazioni:

al primo comma, dopo le parole "con ogni diligenza nell'interesse della
sicurezza pubblica" sono aggiunte le seguenti: "osservate, in ogni caso, le
misure minime di sicurezza determinate con decreto del Ministro dell'interno.";

i commi quinto, sesto e settimo sono sostituiti dai seguenti:

"Chiunque rinviene un'arma o parti di essa, ovvero munizioni di qualsiasi
specie, ovvero esplosivi di qualunque natura, è tenuto a darne immediata
notizia all'ufficio locale di pubblica sicurezza o, in mancanza, al più
vicino comando dei carabinieri, che impartisce le disposizioni per la
consegna. L'ufficio presso il quale si effettua il deposito rilascia
apposita ricevuta.

Lo stesso obbligo sussiste per chiunque viene a conoscenza dell'esistenza di
depositi clandestini di armi, munizioni ed esplosivi.

Il trasgressore è punito con l'arresto fino a sei mesi e con l'ammenda fino
ad euro 200.".

Art. 7

(Disposizioni transitorie)

1. Salvo quanto disposto dall'articolo 38 del regio decreto 18 giugno 1931,
n. 773 e dall'articolo 73 del regio decreto 6 maggio 1940, n. 635, coloro
che detengono armi o parti di esse e munizioni di qualunque specie acquisite
legalmente e non denunciate, non sono punibili ai sensi delle disposizioni
vigenti, qualora provvedano, entro 90 giorni dalla data di entrata in vigore
della presente legge e, comunque, prima dell' accertamento del reato, a:

denunciarne la detenzione all'ufficio di polizia o comando dei Carabinieri
competente per territorio;

cedere le armi o le munizioni a soggetti autorizzati a detenerle;

consegnare le armi o le munizioni, senza diritto ad indennizzo, presso
l'ufficio di polizia o comando dei carabinieri competente per territorio,
per l'ulteriore cessione a enti che possono legittimamente detenerle o per
il versamento agli organi del Ministero della difesa che provvedono alla
distruzione, salvo quanto previsto dall' articolo 32, comma, della
legge 18 aprile 1975, n. 110.
Torna in cima
Adv



MessaggioInviato: Sab Nov 24, 2007 8:19 am    Oggetto: Adv






Torna in cima
Anonymous

Ospite















MessaggioInviato: Sab Nov 24, 2007 10:34 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Shocked
al primo passaggio mi sembrava che non ci fossero modifiche sostanziali alla confusione attuale.
ora che Francesco ha schiarito la foschia mi viene da tirare altre maledizioni.
Torna in cima
Anonymous

Ospite















MessaggioInviato: Sab Nov 24, 2007 5:57 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Mi rendo conto che hanno ulteiormente impapocchiato..., però sarebbe ora che tutte le associazioni specifiche si organizzassero per chiedere che venga sentito anche il loro parere...
... lo so, sono un illuso...
Torna in cima
Anonymous

Ospite















MessaggioInviato: Sab Nov 24, 2007 11:55 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Ognuno come sai cap, tira acqua al suo mulino e non credo che qualcuno si esponga per dire la sua. Diciamo che per certi versi cambia poco ma quel poco è sufficente a farci tornare indietro ai tempi della carta verde o giu di li. Come sempre noi pecoroni che formiamo il popolo italiota (italiano idiota) prima abbasseremo il capo e poi le mutande, sperando che al governo non ci vogliano poi tanto male e ci usino la cortesia di una ditata di vaselina.
In compenso mugugneremo, oooooooh quanto mugugneremo e inveiremo anche, ma sempre aspettando che qualcun'altro ci tolga le castagne dal fuoco.
Signori, al primo specchio sputiamoci in faccia, ce lo meritiamo!!!!!!!!!
Torna in cima
Anonymous

Ospite















MessaggioInviato: Dom Nov 25, 2007 7:56 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Chris Steelhard ha scritto:

Come sempre noi pecoroni che formiamo il popolo italiota (italiano idiota) prima abbasseremo il capo e poi le mutande, sperando che al governo non ci vogliano poi tanto male e ci usino la cortesia di una ditata di vaselina.
In compenso mugugneremo, oooooooh quanto mugugneremo e inveiremo anche, ma sempre aspettando che qualcun'altro ci tolga le castagne dal fuoco.
Signori, al primo specchio sputiamoci in faccia, ce lo meritiamo!!!!!!!!!


Shocked Shocked Shocked Shocked Shocked Shocked
Io non sono d'accordo con te...aspettiamo prima che i giochi siano fatti..poi magari le lamentele....io mi sono sempre adeguato....è la Legge!!!
Torna in cima
Anonymous

Ospite















MessaggioInviato: Lun Nov 26, 2007 12:46 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

merit66 ha scritto:

Shocked Shocked Shocked Shocked Shocked Shocked
Io non sono d'accordo con te...aspettiamo prima che i giochi siano fatti..poi magari le lamentele....io mi sono sempre adeguato....è la Legge!!!

Io non mi sto lamentando, volendo essere egoista sarò uno tra quelli meno colpiti dal provvedimento essendo messo bene tra licenze e altri trabiccoli. Sto solo dicendo che, come mi confermi, anche se la legge verrà ad essere molto peggiorativa tutti faranno come te adeguandosi. ma nell'adeguarsi (obtorto collo) tutti ne diranno tante ma nessuno farà nulla, me compreso sia chiaro; in fondo sono Italiano anch'io. Questo vale per le armi e per tutto il resto ci venga ammannito da chi, volenti o nolenti abbiamo mandato a rappresentarci.
Ciao ciao
Torna in cima
Anonymous

Ospite















MessaggioInviato: Lun Nov 26, 2007 1:51 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Chris Steelhard ha scritto:
merit66 ha scritto:

Shocked Shocked Shocked Shocked Shocked Shocked
Io non sono d'accordo con te...aspettiamo prima che i giochi siano fatti..poi magari le lamentele....io mi sono sempre adeguato....è la Legge!!!

Io non mi sto lamentando, volendo essere egoista sarò uno tra quelli meno colpiti dal provvedimento essendo messo bene tra licenze e altri trabiccoli. Sto solo dicendo che, come mi confermi, anche se la legge verrà ad essere molto peggiorativa tutti faranno come te adeguandosi. ma nell'adeguarsi (obtorto collo) tutti ne diranno tante ma nessuno farà nulla, me compreso sia chiaro; in fondo sono Italiano anch'io. Questo vale per le armi e per tutto il resto ci venga ammannito da chi, volenti o nolenti abbiamo mandato a rappresentarci.
Ciao ciao

Chris se dal 1° Gennaio i nostri governanti DECIDONO che per acquistare un'arma ci vuole un nulla osta con magari su 2 marche da bollo da 14,68 euro e che devo aspettare magari 2 mesi, io per non andare contra legem non posso fare altro che adeguarmi. Il governo attuale in Italia è Leggittimo se il ministro degli interni non sa come è la situazione armi in Italia non è neanche colpa sua, invece è sua Responsabilità chiamare un Tecnico per sentire il parere sull'argomento specifico poi ascoltare le organizzazioni di categoria e capire quanto posti di lavoro e famiglie vivono in funzione delle armi, e poi ci vuole la classica telefonatina della Lobby in questione, te lo dico perchè appartengo ad una gategoria Tabaccai molto potente e trasversale sull'arco parlmentare, FIT , che come nel caso del collega morto a Napoli per una rapina ha subito ottenuto sconti fiscali per adeguare le tabaccherie a norme di sicurezza come telecamere e antifurti, però se prima non mi rapinano il porto per difesa non me lo danno.
Aspettiamo e vediamo se le lobby delle case produttrici si faranno sentire, il gruppo parlamentare di RUSSO, amici delle armi o cosa del genere, conta tra le sue fila 110 parlamentari più che sufficienti a bloccare tutto.
Per contro so che case come Beretta ed Uberti non muoverano le acque perchè il mercato domestico civile semplicemente è troppo piccolo, loro fanno affari e fatturato all'estero.
Torna in cima
Anonymous

Ospite















MessaggioInviato: Lun Nov 26, 2007 10:59 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Leggete qui
Torna in cima
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> LE ARMI E LA LEGGE. Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4  Successivo
Pagina 2 di 4

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Puoi scaricare files da questo forum





SPIRITO LIBERO E INDOMITO. IL FORUM DI CHI NON AMA CANTARE NEL CORO DEI PIU'. topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008